Tragedia in “Fadini”, un fatto che colpisce tutti

Un fatto terribile quello successo domenica pomeriggio presso la Caserma Fadini, la storica caserma della Polizia di Stato che un tempo è stata utilizzata dai Medici ed oggi sede di uffici di gestione interna e del nucleo artificieri, di altri aperti al pubblico come immigrazione e polizia amministrativa, licenze e passaporti. Un carissimo collega, sovrintendente capo della Polizia di Stato, ha perso la vita in circostanze che stanno appurando le autorità preposte. Ci sono indagini in corso che sicuramente chiariranno tutto.
La tragedia riporta subito all’attenzione un tema di grande importanza, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro.
Troppo spesso le voci non vengono ascoltare e troppo spesso si sottovalutano gli interventi da fare. Per questo succedono ancora oggi incidenti in uffici pubblici, uffici che dovrebbero essere d’esempio per tutte le strutture private e che invece non lo sono affatto.
Tornando al caso Fadini, il Questore ha convocato una riunione urgente per il 28 pomeriggio, per affrontare la valutazione del rischio dopo la tragedia.
A noi preme ora che chi lavora nella struttura sia la sicuro, affidi la propria vita durante il servizio in mani sicure. Per questo la Segreteria Generale Regionale di Confintesa FP ha inviato una nota al Questore di Firenze nella quale chiede un impegno verso i parenti e la compagna di vita del collega affinché non siano lasciati da soli insieme ad una richiesta di verifica dello stabile

Rispondi