Ispettori del lavoro…ultima chance

Vogliamo difendere i colleghi che senza nessuna colpa hanno partecipato alle progressioni economiche del 2010 e che ora rischiano di dover restituire tutto ciò che, in buona fede hanno percepito per 8 anni!

Intervenire in giudizio difendendo la propria posizione è, secondo noi, la scelta migliore, a prescindere dalla difesa (d’ufficio) che potrebbe decidere di fare l’Amministrazione.

Ricordiamo che:

il Tribunale di Cagliari con sentenza n. 12/2018 ha dichiarato “la nullità delle graduatorie definitive” riguardanti le progressioni economiche per l’Area Funzionale III relative ai passaggi:

  1. dalla fascia retributiva F1 a quella F2 per il profilo di ispettore del lavoro;
  2. dalla fascia retributiva F3 a quella F4 per il profilo di ispettore del lavoro;

indicando alla Amministrazione la necessità di procedere ad una nuova progressione sulla base di un bando e di un contratto collettivo integrativo che stabiliscano criteri di valutazione conformi al d.lgs. n. 150/2009.

In riferimento alle voci circolate negli Uffici in questi giorni circa una presunta irregolarità della notifica e sul difetto di competenza territoriale sono necessarie due precisazioni:

  • NOTIFICA
  • Il 31/03/2016 Il Tribunale di Cagliari ha autorizzato la notifica per pubblici proclami tramite pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro.
  • La notifica è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 58 del 14/05/2016, e sul sito istituzionale del Ministero del Lavoro il 30/05/2016 con i relativi allegati
  • COMPETENZA TERRITORIALE
  • L’art. 413 c.p.c. prevede che nelle cause relative al lavoro dipendente da pubblica amministrazione è competente il giudice nella cui circoscrizione ha sede l’ufficio al quale il dipendente è addetto al momento del ricorso.

 

Per consentire la più ampia partecipazione

  1. l’iniziativa è estesa anche ai NON Iscritti – Ispettori del lavoro risultati vincitori alle progressioni economiche per l’Area Funzionale III sia per il passaggio dalla fascia retributiva F1 a quella F2, che dalla fascia retributiva F3 a quella F4.

 Il termine per aderire all’appello è prorogato al 28 febbraio 2018

QUANTO COSTA?

Il contributo economico è pari:

  • Iscritti – € 60,00
  • NON Iscritti – € 200.00.

La quota dovrà essere versata sul CC intestato a Confintesa -IBAN IT54F0503403255000000005546 con causale: “APPELLO SENTENZA TRIBUNALE DI CAGLIARI”.

COSA FARE?

Per aderire alle iniziative che proponiamo c’è tempo sino al 28/02/2018.

L’ iniziativa sarà avviata solo al raggiungimento di un numero di adesioni pari o superiore a 20

E’ richiesta la seguente documentazione:

  1. duplice originale della procura alla lite, compilata e firmata (vedi allegato), per ogni iniziativa;
  2. originale conferimento incarico professionale, debitamente compilato e sottoscritto (vedi allegato);
  3. fotocopia documento di identità in corso di validità;
  4. fotocopia codice fiscale;
  5. fotocopia ultima busta paga;
  6. fotocopia disposizione di bonifico relativa al pagamento della quota di adesione:
  7. scheda di adesione all’iniziativa.

 

Tutta la documentazione dovrà essere anticipata a mezzo e-mail ad affarilegali@confintesa.it e, comunque, inviata in originale presso: Confintesa – Area del Contenzioso –  Corso Vittorio Emanuele II, 326 – 00186 – Roma, entro e non oltre il 9 febbraio 2018

QUALCOSA NON È ANCORA CHIARO?

Per ulteriori informazioni vista la prossima scadenza, siamo a tua disposizione dalle 10:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì al 064746128 o manda una email a affarilegali@confintesa.it e ti ricontatteremo.

PROCURA-ALLE-LITI-APPELLO-SENTENZA-TRIBUNALE-DI-CAGLIARI

SCHEDA-DI-ADESIONE-ISPETTORI-DEL-LAVORO-I

CONFERIMENTO-INCARICO-PROFESSIONALE-ISPETTORI-DEL-LAVORO-I

Rispondi